I vantaggi della lettura

leggere

I vantaggi della lettura: riduzione dello stress, aumento della concentrazione. E contenimento del declino cognitivo nelle persone anziane. Ma solo con i libri di carta.

Ricerche recenti hanno evidenziato che la lettura dei libri riduce lo stress, aumenta le capacità di concentrazione, rende le persone più sensibili all'ascolto e attiva la mente. Non solo, la lettura sarebbe anche in grado di potenziare l'empatia, la capacità, cioè, di decodificare le emozioni degli altri.

Nelle persone anziane, poi, è stato dimostrato che può limitare il declino cognitivo. La lettura è quindi un'attività terapeutica efficace, ma solo con i libri di carta. Come mai? Perché la lettura con un libro
facilita la capacità di concentrazione, che, al contrario, non viene potenziata con l'uso dei computer, tablet o smartphone.

Uno studio recente americano ha sottolineato che chi legge sui computer spesso utilizza il cosiddetto "modello F", tende cioè a leggere per intero solo la parte alta del testo, per poi passare alla metà delle righe successive, fino alla metà inferiore, scorrendo solo la parte sinistra della pagina. Un tipo di lettura molto veloce, che rileva i concetti principali, ma che non permette una vera comprensione del testo. Insomma una lettura non lettura, che disperde l'attenzione, più che alimentarla.

E' importante, allora, alternare la lettura sui tablet (sicuramente comoda) con quella tradizionale sulla carta, in modo da lasciarci prendere dalle trame immaginarie delle storie, ma, nello stesso tempo, rafforzare la nostra capacità attentiva.